ASCOLTA L'ARTICOLO

Il circolo Legambiente “Crimiso” di Castelvetrano interviene dopo che i prelievi effettuati da Goletta verde davanti il depuratore di Marinella di Selinunte hanno evidenziato valori al di sopra dei limiti di legge. Con una lettera inviata all’Arpa e anche al Prefetto di Trapani i responsabili del circolo s’interrogano se l’inquinamento riscontrato nel tratto di mare di fronte il depuratore non potrebbe essere attribuibile alla mancata manutenzione dell’impianto. Per il circolo “Crimiso” «è lecito il sospetto che la probabile mancata manutenzione, aggiunta al cedimento di parte della strada in prossimità del depuratore con la rottura ormai da diverse settimane di un tubo e il probabile sversamento di liquami direttamente in mare, abbiano prodotto tale grave increscioso risultato». La campagna di prelievi effettuata ogni anno da Goletta verde in alcuni tratti di costa italiani ha evidenziato che nel 2020 i dati raccolti davanti il depuratore di Marinella di Selinunte erano nella norma. Nel 2021, invece, sono risultati oltre i limiti di legge.

AUTORE.