Essepiauto

L’Amministrazione Comunale di Castelvetrano ha predisposto una serie di iniziative in occasione del 17 marzo 2011, giorno di festa nazionale per celebrare il 150° anniversario dell’Unità d’Italia.

“Siamo consapevoli dell’alto valore storico della ricorrenza ed intendiamo celebrarla al fine di trasmettere e rafforzare in tutti i cittadini, specialmente quelli della nuova generazione, il sentimento dell’amore patrio- afferma il sindaco-inoltre vogliamo ricordare quanti con il loro sacrificio ed il loro impegno hanno contribuito a fare del Risorgimento Italiano uno dei periodi storici più vivaci ed importanti della nostra nazione, cambiandone il corso storico e politico”

Il programma prevede una fitta rete di iniziative che cominceranno dalle 10.30 con il giro della banda musicale Francesco Mangiaracina che percorrerà il corso Vittorio Emanuele, il Sistema delle Piazze, la via Garibaldi e si concluderà in piazza Dante. Alle 11.30 nel piazzale antistante lo stadio Paolo Marino si provvederà alla scopertura delle targhe toponomastiche dedicate a Gaetano Scirea, indimenticabile campione della Juventus e della Nazionale di calcio, ed a San Francesco d’Assisi, patrono d’Italia. Nel pomeriggio alle 17, presso la chiesa del Purgatorio in piazza Carlo d’Aragona, s’inaugurerà l’installazione interattiva “ Se la conosci la difendi” dedicata alla Costituzione della Repubblica Italiana ( a cura del Forum Costituzione, Ambiente e Legalità.

A seguire la scopertura della lapide celebrativa sulla facciata del palazzo di città ed una lectio magistralis, tenuta dal consulente del Sindaco, Prof. Francesco Saverio Calcara, sul tema dell’Unità d’Italia e sulla partecipazione castelvetranese alle vicende risorgimentali. A corollario della manifestazioni è stata prevista la collocazione di 100 bandiere tricolori per tutto il centro storico, e la proiezione sulle facciate degli storici palazzi di immagini legate agli eroi ed ai simboli del Risorgimento, la pulizia ed il restauro di tutte le lapidi inerenti fatti e personaggi legati all’epopea risorgimentale, e l’apertura straordinaria dell’Archivio Storico di via Garibaldi con l’esposizione di reperti e documenti attinenti il periodo.