I Carabinieri della Stazione di Castelvetrano, al termine di una mirata attività info investigativa, hanno deferito in stato di libertà un 24enne del posto, disoccupato e gravato da precedenti di polizia, in quanto ritenuto responsabile del reato di maltrattamenti in famiglia. In particolare, la convivente dell’uomo, una 19enne anch’essa del posto, al termine dell’ennesimo episodio di maltrattamento da parte del compagno, che l’aveva aggredita sferrandole dei pugni, aveva deciso di ricorrere all’aiuto dei Carabinieri.

Il personale della Stazione, nel corso dell’attività di indagine intrapresa dopo aver raccolto la denuncia, ha accertato la veridicità di quanto dichiarato dalla giovane donna che ha rappresentato di essere stata vittima di reiterati soprusi dettati da futili motivi da parte del proprio compagno, accompagnati tal volta anche da aggressioni fisiche.

Data la gravità dei fatti ed il concreto rischio del ripetersi nel tempo delle violenze, oltre a deferire alla competente Autorità Giudiziaria l’uomo, i Carabinieri hanno rappresentato alla donna la possibilità di essere accompagnata presso una struttura protetta che ha accolto lei e la figlia di tre mesi.

Legione Carabinieri “Sicilia”
Comando Provinciale di Trapani

COMUNICATO STAMPA