“L’Italia è una Repubblica democratica fondata sul Lavoro… ma se il lavoro non c’è siamo incostituzionali?” Questa riflessione racchiude tutta l’amarezza del drammatico momento che stanno attraversando i lavoratori del Gruppo 6 GDO, riuniti in presidio permanente presso i locali dello stabilimento per non far calare i riflettori sulla loro situazione.

1 maggio 6gdo

Nel pieno rispetto della loro lotta, “che è diventata anche della nostra comunità”, come afferma il Segretario Monica Di Bella, la Segreteria del Partito Democratico di Castelvetrano, unitamente ad alcuni dirigenti locali ed al Segretario provinciale PD Marco Campagna, hanno trascorso alcune ore nella mattinata del primo maggio con i lavoratori del Gruppo 6, convinti che il miglior modo di “festeggiare” in un momento di emergenza lavoro fosse quello di continuare l’impegno di “mantenere accessi i riflettori” sul Gruppo 6 e soprattutto sulla vicenda occupazionale dei lavoratori e essere portatori delle loro istanze presso i rappresentati PD in Parlamento.

Parole di speranza sono state espresse da Gaspare Giaramita, segretario della CGIL di Castelvetrano, che ha invitato tutti a immaginare un futuro migliore ma a non abbassare la guardia, aspettando risvolti positivi per il mantenimento della capacità occupazionale dell’azienda.

Un grazie per la appassionata partecipazione ad Umberto Leone che ha riempito l’aria con alcuni brani di Pino Veneziano a chiusura della splendida mattinata