Il sindaco Giuseppe Castiglione, la giunta municipale e i gruppi consiliari di maggioranza, a seguito dell’operazione Mafia Bet, che ha portato all’arresto di Salvatore Giorgi e Calogero John Luppino, rispettivamente coordinatore e fondatore del movimento politico “Io amo Campobello”, auspicano le dimissioni della consigliera indagata Gaudenzia Zito, al fine di tutelare l’immagine del Consiglio Comunale di cui fa parte e di dimostrare grande senso di responsabilità verso le istituzioni e verso i campobellesi, in attesa che la magistratura faccia il suo corso. 


Con il presente documento si ribadisce la presa di distanza di questa Amministrazione comunae, già effettuata a pochi mesi dalle elezioni 2014, dal suddetto movimento politico. 
Purtroppo ancora una volta Campobello di Mazara finisce agli onori della cronaca per vicende molto negative che non fanno altro che gettare discredito sulla nostra comunità ed è proprio in queste situazioni che bisogna reagire e far emergere la parte onesta e laboriosa della nostra città. 
Un plauso alla DDA di Palermo, ai Carabinieri del Comando Provinciale di Trapani, alla Compagnia di Mazara e al Ros per l’ennesima importante operazione condotta nel nostro territorio volta a contrastare il malaffare ed il fenomeno mafioso. 

Il Sindaco Giuseppe Castiglione

Gli Assessori Vito Giovanni Bono, Valentina Accardo, Nino Accardo, Lillo Dilluvio

I Gruppi consiliari di maggioranza
(Democrazia e Libertà)_Valentina Accardo, Piero Di Stefano, Giovanni Palermo;
(PD) _Vincenzo Accardo, Simone Antonio Tumminello, Clotilde Balistreri;
(Politica Libera per Campobello)_Gian Vito Luppino;
(UDC)_Massimiliano Sciacca, Vito Giovanni Bono;
(M.PA. – Autonomisti)_Vito Firreri, Angelo Accardo, Rosalinda Riserbato;
(La città del Domani)_Gianvito Greco, Giovanni Tumminello, Nicola Giorgi.