Luca Venezia ieri si è vaccinato contro il Covid-19. Il giovane infermiere di Castelvetrano non poteva scegliere modo migliore per iniziare il nuovo anno. Dal primo intervento Covid nel marzo del 2020, Luca è stato infatti uno degli operatori in prima linea per fronteggiare la pandemia a bordo di uno dei mezzi di soccorso avanzati in provincia di Trapani.

Nel giorno di Capodanno era in servizio presso la centrale operativa del 118 Sicilia. Dopo aver fatto richiesta attraverso la piattaforma regionale per gli operatori sanitari ha ricevuto la sua prima dose di vaccino anti-Covid Pfizer presso il Padiglione 24 dell’ospedale Civico di Palermo Luca ha dichiarato che la speranza di tornare presto ad una vita normale lo ha spinto alla decisione di vaccinarsi contro questo virus.

Tanto è stato detto forse troppo per giustificare un vaccino che ad oggi è l’unica strada verso la nostra amata libertà. Elizabeth Warren giurista accademica e senatrice statunitense chiarisce lo scetticismo a volte infondato, che poggia su basi di cartapesta dettate da una non consapevolezza di ciò che ci circonda: “Quando i vaccini per la polio e il morbillo furono disponibili, i genitori si misero in fila per assicurarsi che i propri figli fossero protetti. Avevano vissuto in un mondo in cui le malattie infettive avevano distrutto il futuro dei bambini e volevano disperatamente lasciarsi quel mondo alle spalle. Questi vaccini funzionarono così bene che la memoria che noi abbiamo di queste malattie è svanita e l’importanza della vaccinazione è diventata meno ovvia. ”