«Non ho contratto il Coronavirus, smentisco categoricamente le notizie che sono girate sul mio conto». Luca Truscelli, 26 anni, di Castelvetrano, è ancora ricoverato presso il reparto di Chirurgia dell’ospedale “Vittorio Emanuele II” di Castelvetrano. Le voci che, insistentemente, sono girate sul suo conto non gli sono piaciute: «C’è anche chi è andato presso il nostro punto vendita di frutta e verdura e, davanti a diverse persone, si è rivolto a mia madre chiedendo se io avessi contratto il Coronavirus», racconta.

Il giovane è stato sottoposto a ben due tamponi: il primo direttamente in Pronto soccorso, il secondo, invece, direttamente in reparto: «Sono risultato negativo a tutte due», spiega. In ospedale c’è finito per un pneumotorace, cioè presenza di aria nello spazio pleurico che provoca un collasso parziale o completo del polmone. Lo pneumotorace si può verificare spontaneamente o in seguito a un trauma o a procedure mediche. Questo si verifica in pazienti che non presentano patologia polmonare sottostante, classicamente in giovani uomini.