Sulle rime di questi versi, il professore Ignazio Maria Francesco Graziano ha voluto rendere omaggio alla figura di don Baldassare Meli, il sacerdote scomparso qualche giorno fa, lasciando un vuoto in tutta la comunità di Santa Lucia, nel quartiere Belvedere di Castelvetrano.

LU “MELI” DI LA TERRA 

Fusti pi tutti, e nenti tinisti pi tia
Bonu lu seguisti lu to Patri putativu, Giovanni Boscu,
e Santu comu Iddru addivintasti
Spargisti a manu chini ciuri di bontà, di carità e affettu
smisuratu a tutti li picciriddri e a tutti li parrucchiani,
ma a diri la virità arristaru orfani puru tutti quanti li
cittadini e li parrini.
Bonu un ti canuscivi, ma ddri picca voti m’abbastaru,
un ci vulia assai a capiri, Tu giganti fra niatri nani,
Homu e sacirdoti sublimi.
Oramai semu tutti cchiù puvireddri, ni manca la
spaddra forti, ma na cunsulazioni ni pervadi,
ora, ddra dunni t’innisti, c’è lu cielu e lu Paradisu chi
vulisti, lassannu a tutti quanti na granni eredità:
lu tò seraficu sorrisu e lu “Meli” di la terra.

Prof. Ignazio Maria Francesco Graziano