I rappresentanti dell’Istituto “M. Cipolla” di Castelvetrano: Alessio Lanfranca e Vita Ignoto hanno presentato, alla dirigente scolastica Tania Barresi, un progetto dal titolo: “Economia sostenibile”, che è stato subito approvato ed ha ricevuto il sostegno e l’ appoggio dall’intera comunità scolastica.

Il progetto mira a salvaguardare l’ambiente limitando il consumo delle bottiglie di plastica sostituendole con borracce di metallo che portano il logo della scuola; esse sono state distribuite in tutte le classi ed il ricavato delle quali sarà impiegato per ripulire le aiuole antistanti l’istituto e decorarle con piantine che abbelliranno il Piazzale Placido Rizzotto e fungeranno da polmone ecologico.

I ragazzi inoltre sono alla ricerca di un ente che li sponsorizzi affinchè possa essere impiantato nell’ Istituto un depuratore che fornisca acqua potabile per riempire le borracce ed educare le presenti e le future generazioni ad un uso sostenibile e responsabile delle risorse naturali.

Oggi i giovani si mostrano più attenti al loro futuro di quanto lo abbiano fatto le generazioni precedenti, possa questa iniziativa essere d’esempio non solo a tutte le altre comunità scolastiche che si stanno impegnando attivamente con altre encomiabili iniziative, ma a tutta la cittadinanza castelvetranese e dei paesi limitrofi, perché il nostro straordinario territorio risplenda di attenzioni e responsabilità civile.

G. Zappalà