ASCOLTA L'ARTICOLO

Nell’ambito della settimana STEAM, settimana di studio e di incontri con esperti che fino all’11 marzo si alterneranno alle incessanti attività didattiche della scuola, si è svolto presso l’Aula Magna della scuola Pardo, l’incontro dal tema “Arte: un viaggio matematico”. La settimana STEAM è  stata  programmata con la collaborazione esterna della F.I.D.A.P.A. sezione di Castelvetrano la cui  presidente prof.ssa Caterina Salvo, ha lanciato innumerevoli spunti di riflessione ed interessanti imput agli alunni, invitandoli ad accostarsi alla scienza e alla matematica con creatività,  curiosi verso l’innovazione e il cambiamento. Durante questo secondo incontro le STEAM sono state inquadrate nell’ambito dell’iniziativa “Rosa Digitale”, un movimento voluto dalle donne che richiama l’attenzione sull’esigenza  di coinvolgere la donna anche in settori, come quello tecnologico, in cui, tradizionalmente, la sua presenza è stata sottovalutata. La dirigente dell’Istituto, prof.ssa Anna Vania Stallone, ha aperto l’incontro, presentando i graditi ospiti, ringraziando , come di consueto, i suoi collaboratori , i docenti, l’animatore digitale, prof.ssa Antonella Spallino e  il team tecnico, e si è rivolta a tutti gli alunni dell’Istituto rendendo chiaro l’obiettivo verso cui la scuola si sta muovendo:” l’approccio STEAM che da poco ha fatto il suo ingresso nella scuola italiana, assume un grande significato nell’ambito di un innovazione che la scuola si accinge ad intraprendere, innovazione che contempla tra le altre cose interdisciplinarietà e creatività”. A rendere speciale l’incontro, un’esperta d’eccezione, fisico teorico e compositore  dott.ssa Maria Mannone dell’Università di Palermo. L’intervento di una personalità cosi ecclettica è stato il modo migliore per ricordare la giornata internazionale della donna all’interno della settima edizione della “Rosa digitale Week”. La dott.ssa Mannone, che si dedica alla ricerca interdisciplinare tra musica matematica e forme della natura ha affrontato il tema “la matematica come strumento di pensiero”. Si è trattato di uno splendido esempio di  Lezione STEAM con un interconnessione tra musica, suonata al piano dalla stessa professoressa, ai teoremi  presentati come opere d’arte e formule matematiche che celano i segreti della natura. Tutti gli alunni sono rimasti ammutiti davanti a questo nuovo modo di insegnare e questa nuova proposta di apprendimento, ma nello stesso tempo, hanno avuto modo di potersi esprimere, anche loro, in modo originale e moderno, sapientemente guidati dai loro docenti . Sono stati, infatti, presentati splendidi lavori in digitale con cui i giovani, tramite la creazione di Avatar, hanno trovato un modo nuovo per parlare di donne che hanno cambiato la storia e, sempre con un sguardo al presente, sono anche riusciti a  trovare una modalità incisiva ed estremamente comunicativa per dire “no” ai crimini di guerra.

Molteplici sono le interpretazioni della realtà come molteplici possono essere gli approcci per comprenderla.

I.C. Capuana Pardo addetto stampa Tiziana Seidita

 

AUTORE.