A seguito dell’emergenza Covid sono state interdette al pubblico le ville comunali di Castelvetrano in aggiunta a quella di piazza Dante Alighieri già chiusa in precedenza. Con l’avvio della “fase 2”, mentre rimane chiusa la villa “Falcone e Borsellino” le altre due sono state riaperte alla fruizione del pubblico e si trovano in uno stato di grave degrado ambientale con rifiuti di vario genere sparsi un po’ ovunque il che lascerebbe supporre che non è stata effettuata la prevista ordinaria pulizia.

Lo rende noto il Circolo Legambiente Crimiso che in una lettera pubblica chiede all’amministrazione comunale “se e quali iniziative intende attivare per rendere fruibili in sicurezza al più presto i detti giardini pubblici nel rispetto delle norme dettate dal DPCM del 17 maggio 2020”