Voglimi SELINUNTE

Forgeh, l’ultima start up, in ordine cronologico costituitasi con sede legale presso il G55 coworking/fablab del comune di Partanna, ha stipulato un importante accordo con la corporation no profit “Silicon Villas”, con sede nella Silicon Valley, dal quale sono nate le prime opportunità di lavoro per due ingegneri informatici del comprensorio.

Domenica 7 luglio, l’amministratore della corporation statunitense Brant Smith è stato ospite presso la struttura G55, ricevuto dal sindaco Nicolò Catania che l’ha omaggiato del crest del comune, dall’assessore all’innovazione tecnologica e allo sviluppo economico Antonino Zinnanti e dai soci fondatari della start up: Francesco Bianco e Saverio Lombardo.

Un incontro altamente proficuo, considerate le ricadute sul G55 e sull’intero comprensorio, derivanti dalla stipula dell’accordo, che comporterà una richiesta di programmatori che saranno formati in remoto e lavoreranno all’interno del G55. Dunque, un’opportunità unica per tutti i giovani che vogliono rimanere in Sicilia, lavorare e acquisire competenze non indifferenti e addirittura uniche in tutto il territorio nazionale.

La mission intrinseca della corporation Silicon Villas riguarda la creazione di rapporti con aziende siciliane, alle quali convogliare progetti di sviluppo software, dalla Silicon Valley alla Sicilia. Pertanto, il know how che i giovani acquisiranno durante la formazione, diventerà un valore aggiunto rispetto al nord Italia, e inoltre permetterà l’avviamento al lavoro.

Fondamentale è la lingua inglese, per la quale sono stati già previsti tra i diversi percorsi formativi, estesi anche al concetto di lavoro in team e alle tecnologie emergenti. La corporation è alla ricerca di nuove leve che formandosi, una volta nel mondo del lavoro, si interfacceranno direttamente con i clienti statunitensi.