Come già abbiamo raccontato qualche giorno fa, per venti persone impiegate in ASU (attività socialmente utili) nel Comune di Castelvetrano, dal 1° gennaio 2021 si prospetta lo stop al rapporto di collaborazione. Dopo che le venti persone hanno vinto la causa davanti al Tribunale di Marsala (che gli ha riconosciuto il risarcimento di 10 mensilità per ognuno di loro), dentro il Comune si sono preoccupati, soprattutto perché negli anni a venire altre cause simili sarebbero vinte ugualmente, anche dalle altre persone impiegate in ASU che fino a ora non si sono mossi. E il Comune si troverebbe a sborsare soldi per risarcire quanto disposto dal Tribunale.

Da qui lo stop al rapporto di collaborazione che ha scatenato la protesta. Ma il sindaco Enzo Alfano, che ha incontrato il rappresentante sindacale Vito Sardo, ha lasciato intravedere spiragli di speranza, se però si trova un equilibrio. Chiaramente il primo cittadino non si è espresso ma pare scontato che l’unica via percorribile è quella che chi ha vinto la causa rinunci alla sentenza. In soldoni rinunciano al risarcimento delle 10 mensilità e il Comune potrebbe continuare il rapporto di collaborazione. Se ne parlerà in questi giorni, anche perché la soluzione si dovrà trovare entro e non oltre il 30 dicembre 2020.