Rientrerà in Italia tra domani e dopodomani Laura Turdo, la giovane di 26 anni di Castelvetrano che attualmente si trova in Cina, nella città di Wuhan, località focolaio del Coronavirus. Gli Uffici della Farnesina stamattina hanno telefonato ai genitori della ragazza, mentre i diplomatici dell’Ambasciata italiana a Pechino sono in stretto contatto con la giovane che attualmente vive nella sua stanza del pensionato universitario del Campus CCNU.

Il volo che rimpatrierà non soltanto Laura ma anche gli altri connazionali che si trovano nella città di Wuhan, è stato organizzato dall’Unità di crisi della Farnesina, in stretto coordinamento con il Ministero della Difesa, il Ministero della Sanità e l’Istituto Nazionale per le Malattie Infettive “Lazzaro Spallanzani”. Gli italiani in Cina saliranno a bordo di un volo operato dal Comando Operativo di Vertice Interforze. A bordo ci sarà personale medico specializzato, infermieri e adeguato equipaggiamento sanitario per garantire un trasporto sicuro. Il velivolo, partirà una volta acquisite le necessarie autorizzazioni da parte delle autorità cinesi. Una volta giunti a Roma, Laura e gli altri italiani seguiranno un protocollo sanitario definito dal Ministero della Salute.