wpid-felice-errante-castelvetrano.jpg

Il Sindaco della città di Castelvetrano Selinunte, Avv. Felice Errante, rende noto che il Comune di Catania, che è il comune capofila del progetto I World, ha notificato l’avvenuta approvazione ufficiale del progetto “I Art- il Polo Diffuso per le Identità e l’Arte Contemporanea in Sicilia”, con decreto n° 1984 del 17 settembre 2014, nell’ambito del P.O. F.E.S.R. Sicilia 2007/2013, Asse III, Obiettivo Operativo 3.1.3, Linea di Intervento 3.

Sarà finanziato un Centro Culturale Polivalente all’interno dell’Auditorium Ninni Fiore nell’ambito del predetto progetto, portato avanti dall’Associazione I World, Associazione per la salvaguardia e la valorizzazione dell’identità dell’umanità, che mira ad incrementare lo sviluppo economico e culturale della Sicilia attraverso interventi finalizzati alla valorizzazione, comunicazione, promozione del patrimonio e delle attività culturali nel campo dell’arte e dell’architettura contemporanee, quale elemento di sviluppo sociale ed economico della Sicilia e di diffusione dell’identità siciliana.

Sono 23 i comuni coinvolti per la realizzazione e messa in rete di 23 Centri Culturali Polivalenti (CCP) Catania, Castelvetrano, Valderice,Taormina, Misterbianco, Piazza Armerina, Santa Ninfa,Sambuca di Sicilia, Calatafimi Segesta, Sutera, Modica, Favignana, Lucca Sicula, Rodì Milici, Pozzallo, Motta Camastra, Galati Mamertino, Ragusa, Barcellona Pozzo di Gotto, Vizzini, Geraci Siculo, Canicattini Bagni, Naro.

Gli obiettivi specifici del progetto sono di sviluppare servizi integrati culturali, a livello regionale, volti alla produzione, divulgazione e fruizione dell’arte contemporanea della Sicilia- afferma Errante- grazie a questo progetto potremo creare una rete regionale nel campo dell’arte contemporanea, per la valorizzazione dell’identità siciliana, in grado di interconnettere tutti i territori sulla base di un’unica strategia di sistema ed offrire ai nostri giovani un’opportunità per mettere in rete il loro talento

Tra gli obiettivi anche quello di migliorare la produzione qualitativa e quantitativa degli artisti siciliani nel campo dell’arte contemporanea ispirata alle identità locali, stimolando l’uso di linguaggi innovativi fondati anche sull’utilizzo delle nuove tecnologie; Migliorare l’immagine Sicilia nel mondo attraverso la produzione di nuove forme artistiche che reinterpretano le sue identità e che la possano liberare dai pesanti stereotipi del passato, rivelandone al contempo gli aspetti più autentici; Incrementare e destagionalizzare i flussi turistici in entrata, legati alla fruizione delle attività artistiche ed ai luoghi del cinema dell’isola; Allargare l’accesso ai prodotti innovativi, tecnologici e digitali; Divulgare, valorizzare, tutelare e rendere maggiormente fruibili le risorse artistiche e architettoniche del territorio.

I CCP sono concepiti come una rete integrata e coordinata a livello regionale, in grado di offrire a tutti giovani artisti locali e soggetti interessati, i seguenti servizi:
a. Spazi espositivi per mostre temporanee ed eventi artistici.
b. Sportello InformArt, servizi di informazione e promozione per i giovani artisti siciliani e dipromozione turistica degli itinerari culturali legati all’arte contemporanea, ai luoghi della memoria e delle identità siciliane, ai luoghi del cinema (movie tour) e alle architetture contemporanee più rappresentative dell’isola.
c. Film bureaux, servizio pubblico per la facilitazione delle produzioni cinematografiche e audiovisive nei territori e promuovere.
d. Officine dell’arte, strutture tecnologiche finalizzate alla produzione artistica contemporanea.

In tal senso I ART provvederà ad acquistare le attrezzature necessarie al loro funzionamento, ogni CCP avrà un assistente tecnico di riferimento, il quale sarà responsabile per il coordinamento delle attività svolte nel Centro e il funzionamento delle attrezzature, oltre che della sensibilizzazione degli artisti, della raccolta dati e del monitoraggio, a livello territoriale, delle tendenze artistiche contemporanee legate alla reinterpretazione del sistema delle identità locali attraverso forme artistiche contemporanee.