Tre opere d’arte per dire grazie a chi lotta contro la diffusione del virus. Tre artisti lontani fisicamente ma uniti dallo stesso obiettivo: ringraziare chi si trova in prima linea in questo periodo di grande emergenza in tutto il mondo.

Si parte dal nord, con l’opera di Roberto Pisano che da Cologno Monzese ha realizzato la sua opera dal titolo Covid-19 La Speranza: “Un ringraziamento alla Cina che è stata l’unica nazione che ha inviato materiale sanitario per poter combattere questa dura battaglia – scrive l’artista di origini sarde – ma, sopratutto un grazie di cuore a tutto il nostro personale medico e Infermieristico che si sta prodigando con enormi sacrifici per vincerla”.

Si passa quindi da Taranto con l’emozionante abbraccio di Rita Boccuni. “Che la mia opera – scrive l’artista sia l’augurio più bello e sentito, per tutti noi… l’abbraccio dei nostri bambini! Immaginiamo la magia che ci sarà in quell’istante”.

E si arriva fino a Castelvetrano, in fondo allo stivale, con l’opera “Semplicemente grazie” di Susanna Caracci con un dipinto a pastelli che rappresenta uno dei tanti sanitari per adesso coinvolti in prima linea contro l’emergenza da Coronavirus. Non mancano i richiami alla Trinacria, all’Italia e alla  Cina che ha dimostrato una particolare attenzione alla situazione nella nostra nazione. “Da nord a sud l’arte non si ferma. Calore per la Cina”

Susanna Caracci e la sua opera

Rita Boccuni e la sua opera

Roberto Pisano e la sua opera