Lo scorso fine settimana, personale del Commissariato di P.S. di Marsala ha identificato e denunciato, a piede libero, due giovani marsalesi, K.S. e I.J., rispettivamente di 15 e 16 anni, responsabili di aver lanciato, da un cavalcavia della strada a scorrimento veloce Marsala-Birgi, alcuni sassi in direzione di autovetture in transito lungo quella trafficata arteria.
Nel volgere di poche ore numerose sono state le segnalazioni pervenute ai poliziotti del Commissariato di P.S. di Marsala i quali, hanno, in maniera tempestiva, intrapreso le ricerche dei responsabili, al fine di prevenire eventuali ulteriori analoghi episodi con il rischio di conseguenze – limitate, sino a quel momento, a soli danni materiali ai veicoli – più gravi rispetto a quanto già accaduto.
Dagli accertamenti effettuati, i poliziotti riuscivano a riscontrare che il modus operandi era sempre lo stesso atteso che i giovani segnalati, dopo aver raggiunto il cavalcavia di C/da Gurgo con uno scooter di colore nero, erano soliti fermarsi a raccogliere sassi sul manto stradale dissestato e scagliarli verso il sottostante scorrimento veloce, nel tentativo di centrare le autovetture.
La descrizione fisio-somatica dei soggetti fornita dalle vittime, nonché il rintraccio del ciclomotore indicato, permettevano di risalire alla identificazione dei due giovani che, raggiunti dai poliziotti del Commissariato di P.S. di Marsala presso le rispettive abitazioni, venivano deferiti, in stato di libertà, alla Procura della Repubblica presso il Tribunale dei Minorenni di Palermo.

QUESTURA DI TRAPANI
APPUNTO STAMPA