La disabilità per 310 giovani, su 618 delle classi terze e quarte delle scuole medie superiori di castelvetrano interpellati, genera tenerezza, per 264 compassione, per 165 comprensione e per 76 rabbia per citare le voci più significative di un sondaggio condotto dalla sezione dell’Aias, di cui è presidente Angela Puleo, che ha reso noti i dati ieri nell’ambito della presentazione, nella sede al km. 74 della Statale 115, della campagna di promozione della cultura della disabilità «Batti 5 amico».

aias castelvetrano
Il 16% degli intervistati, inoltre, ha dichiarato che la disabilità è una malattia, il 48% che è un insieme di incapacità e il 34% una parte della diversità umana, mentre un disabile è a rischio emarginazione per i pregiudizi (44%) e per l’ambiente e l’organizzazione sociale (40%) e non per il suo handicap.

In conseguenza di questi dati per sviluppare, tra le altre cose, un atteggiamento positivo nei confronti delle diversità, superando i pregiudizi, l’Aias ha messo a punto la campagna di promozione della cultura della disabilità della quale è stato chiamato a fare da testimonial Tullio Faiella, atleta di basket in carrozzina anche lui ieri presente alla conferenza stampa, moderata dalla giornalista Margherita Leggio.

Alla campagna di promozione aderiscono 32 classi di 9 scuole di ogni ordine e grado le quali tutte, tranne il IV circolo di Marsala, ricadono nel territorio del Distretto sociosanitario n. 54 e che erano rappresentate o dai dirigenti scolastici o dalle docenti referenti dell’iniziativa. Gli elaborati delle classi saranno valutati da una apposita commissione e le prime tre classificate delle scuole di ciascun grado riceveranno somme di denaro (450, 250 e 150 euro, per un totale di 2.400 euro) messe a disposizione dalla banca Don Rizzo di Alcamo, ieri presente con il direttore Carmelo Guido.

fonte. LA SICILIA