ministro alfanoSi apre uno squarcio di speranza nel grigio futuro dei lavoratori del Gruppo 6Gdo. Il Ministro dell’interno, Angelino Alfano, già messo a conoscenza della particolare vicenda dei lavoratori del gruppo confiscato all’ex imprenditore Giuseppe Grigoli nella giornata di venerdi ha chiamato personalmente il sindaco di Castelvetrano, Felice Errante convocandolo a Roma per affrontare la spinosa situazione del gruppo che, fino a poco tempo fa gestiva oltre 50 supermercati.

Le questioni relative al gruppo che saranno affrontati a Roma riguardano il futuro occupazionale di oltre 500 lavoratori. Intanto, il sindaco Errante, nei giorni scorsi,ha incontrato presso il palazzo di Governo di Trapani, il Prefetto Leopoldo Falco, per portare avanti la problematica dei lavoratori del Gruppo 6 GDO. L’ azienda confiscata alla mafia ed in amministrazione giudiziaria, se non ci saranno provvedimenti strutturali tangibili, tra poche settimane potrebbero perdere conoscere una crisi irreseversibile.
Il Prefetto Di Trapani ,ha informato il primo cittadino sugli ultimi sviluppi dell’iter che dovrebbe portare ad una soluzione dell’annoso problema, informandolo che il Ministro dell’Interno, Angelino Alfano, e’ stato tenuto costantemente aggiornato sugli sviluppi della vicenda .

Adesso, la convocazione al Viminale di Felice Errante che sull’ invito ha dichiarato:

Nei giorni scorsi avevamo chiesto un incontro con il Ministro dell’Interno per rappresentargli la criticità della vicenda che rischia di vedere sfumare oltre 500 posti di lavoro, con le inevitabili refluenze negative per cosi tante famiglie. Adesso – ha detto il sindaco- proprio il Ministro mi ha chiamato per informarmi che era a conoscenza della problematica e che si stanno attivando delle iniziative per scongiurare la perdita di quei posti di lavoro, inoltre ha espresso la volontà di incontrarmi, presso la sede del Viminale a Roma, per meglio approfondire la vicenda.

Qualcosa si comincia a muovere e anche gli amministratori giudiziari non stanno fermi. Secondo indiscrezioni, sarebbero in corso importanti trattative per la cessione dell’intero gruppo a società del nord Italia .