Sarà presentato sabato 12 maggio alle ore 16 presso il Collegio dei Minimi a Castelvetrano il libro scritto dalla nostra concittadina Franca Lo Verde dal titolo “Angeli nella mia vita”.

Franca Lo Verde, insegnante di matematica e fisica, adesso in pensione e da circa un ventennio volontaria del C.A.V., si è ritrovata, dopo tanti anni, a fare i conti con un passato di sofferenza e dolore riguardanti la sua esperienza di maternità e, a distanza di tanti anni, ha deciso di condividere il suo vissuto con una pubblicazione che possa essere d’aiuto a tante altre mamme.

La storia di due dei suoi figli, raccontata attraverso delle lettere, per restituire memoria a quelle vite sfortunate che adesso possono diventare un gesto concreto d’aiuto per altri bambini. Infatti il ricavato delle eventuali donazioni per il libro andranno interamente al progetto “Gemma” del C.A.V.(Centro Aiuto alla Vita) che ha come obiettivo quello di sostenere le madri in difficoltà evitando l’aborto. Un messaggio di speranza affinché attraverso questi due bambini se ne possano aiutare altri a vivere.

L’evento è stato promosso dall’associazione Palma Vitae di Castelvetrano, sempre molto vicina alle problematiche delle donne in difficoltà e dal CAV.
L’evento gode del patrocinio del comune di Castelvetrano che ha sposato l’iniziativa e prevede la presenza della dott.ssa Maria Concetta Musca, commissario straordinario del comune, la dott.ssa Giusy Agueli, psicologa nonché presidente di Palma Vitae che dialogherà con l’autrice Franca Lo Verde, Don Baldassare Meli, parroco della chiesa di Santa Lucia, il dott. Giovanni Bavetta, ginecologo, commissario dell’Asp di Trapani, la prof.ssa Maria Piccione responsabile UOSD genetica medica Aoor Villa Sofia Cervello Università di Palermo, esperta in malattie rare, la dott.ssa Anne Prinse, assistente sociale che ha seguito la famiglia durante il lungo periodo di ricovero del bambino in Olanda, che verrà appositamente dalla Liguria, dove adesso vive.

A leggere alcuni passaggi toccanti del libro ci sarà l’attrice di Mazara Carmela Gancitano.
Alla fine dell’incontro ci sarà un rinfresco, un momento conviviale che l’autrice vuole condividere con tutti coloro che l’hanno aiutata e sostenuta nel suo progetto a scopo sociale e con tutti i presenti alla manifestazione.