Si terrà presso il Teatro Garibaldi di Mazara del Vallo, nel pomeriggio di sabato 7 dicembre, con inizio alle ore 17:30, la seconda Giornata di studi sul tema “La Sicilia di Titone e Sciascia”, manifestazione organizzata e promossa nel trentesimo anno della scomparsa dei due grandi pensatori dalla Società Dante Alighieri Castelvetrano, presieduta da Rosario M. Atria, e dall’Istituto Euroarabo, presieduto da Antonino Cusumano, con il contributo dell’UIF Unione Italiana Fotoamatori, del Club per l’UNESCO di Castelvetrrano Selinunte e del Rotary Club Castelvetrano Valle del Belice.

L’incontro, che si svolgerà sotto il patrocinio della Civica Amministrazione di Mazara del Vallo, si aprirà con i diaporami di Ezio Castrenze Fiorenze e Vincenzo Agate dell’UIF, che ricostruiranno il profilo più intimo e privato di Virgilio Titone, sulla base di materiali inediti rintracciati nell’archivio privato dello storico castelvetranese, gentilmente concessi dalla figlia Lucia (fotografie, cartoline, lettere, appunti, taccuini di grande interesse e pregio documentale).
Seguirà la lettura di un passo del racconto “Gli anni di Mazara”, tratto da “Vecchia e nuova Sicilia”, a cura di Ermelinda Palmeri, quindi i saluti di Salvatore Quinci, Sindaco di Mazara del Vallo, e Antonino Cusumano, per l’Istituto Euroarabo.

Sono previsti gli interventi di Salvatore Mugno su “Virgilio Titone, antesignano tra gli studiosi del fenomeno mafioso” e Giuseppe Bongiorno su “La Sicilia di Titone e Sciascia tra passato e presente”. Nel corso dell’incontro, che sarà coordinato da Rosario M. Atria, saranno proposte ulteriori letture, sempre a cura di Ermelinda Palmeri, dalle opere narrative e saggistiche dei due scrittori.

In merito alla figura di Leonardo Sciascia invitiamo i lettori a prendere visione di un interessante articolo di Rosario Atria per l’Istituto Euroarabo: “Eredità e attualità di un modello di scrittura: Leonardo Sciascia”