A poche ore dalla nuova ordinanza firmata dal Presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci, arrivano i primi segnali positivi per gli atleti e tutto il mondo dello sport siciliano che, come molti altri settori, ha temuto il peggio. Le nuove disposizioni saranno operative da lunedì 4 maggio.

All’art. 8 del testo dell’ordinanza si legge: «È consentita l’attività sportiva in forma individuale, ovvero con un accompagnatore per i minori e le persone non autosufficienti, compresa la c.d. pesca sportiva, purché nel rispetto della distanza di sicurezza interpersonale e delle norme relative al contenimento del contagio.» – Ma la vera novità rispetto alle disposizioni nazionali sta nella seconda parte dell’art. dove è chiarito che: « I circoli, le società e le associazioni sportive sono autorizzati all’ espletamento delle proprie attività, purché in luoghi aperti. » 

Il riferimento però non è esteso a qualsiasi attività e a qualsiasi società sportiva, difatti viene chiarito che tale disposizione si applica a discipline quali tennis, ciclismo, canoa, canottaggio e vela, equitazione, atletica e golf.

In ottemperanza a queste disposizioni, i rappresentanti legali delle strutture a cui è permessa la riapertura dovranno comunicare l’inizio delle attività al Dipartimento di Prevenzione delle ASP competenti, dichiarare di essere nelle condizioni di poter garantire la sanificazione periodica degli spazi comuni e degli spogliato e  autocertificare la sussistenza dei requisiti di rispetto delle regole precauzionali secondo la circolare regionale.

Un piccolo sospiro di sollievo, dunque, per i gestori di molti circoli sportivi che hanno accusato il colpo in questi mesi di chiusura; uno tra i più sofferenti, il settore dell’equitazione.