ASCOLTA L'ARTICOLO

Quanto costa all’anno al Comune di Castelvetrano la lotta al randagismo? A conti fatti più di 200 mila euro. È una cifra considerevole quella che spende l’ente per far fronte ai cani randagi ma anche a quelli che, senza un proprietario, necessitano di cure e ricovero presso il canile sanitario della città. L’ultima notizia in ordine alla lotta al randagismo è data dall’affidamento del bando di gara che è stato pubblicato sul Mepa (Mercato elettronico della pubblica amministrazione) e che è stato aggiudicato dalla “Viardi Service” di Sambuca di Sicilia. Per nove mesi di servizio, per un totale di un numero presunto di 220 cani randagi e per 273 giorni, il Comune spenderà poco meno di 155.677,45 euro che era l’importo a base d’asta. Poi per ottobre, novembre e dicembre 2022 si dovrà fare un nuovo bando di gara con un altro impegno di spesa che, secondo la stima del primo bando, dovrebbe essere di ulteriori 51 mila euro.

La “Viardi Service” dovrà occuparsi del trasporto, ricovero, custodia, cura, pulizia e mantenimento in vita dei cani che verranno recuperati sul territorio di Castelvetrano. Ma a carico del Comune c’è anche la gestione del canile sanitario, dove opera anche un veterinario dell’Asp Trapani e volontari: 40 posti per cani che hanno bisogno di assistenza e che, dopo un periodo di cura, dovranno essere rimessi sul territorio. A meno che non vengono adottati, grazie all’impegno delle associazioni di volontariato che collaborano.

AUTORE.