Accelerare nella campagna vaccinale e, soprattutto, sottoporre a vaccino tutti i dipendenti. La Grande Distribuzione Organizzata (GDO) batte i pugni sul tavolo e tra domani e dopodomani ha annunciato scioperi in tutta Italia con potenziali disservizi per i clienti. Il motivo della protesta è la richiesta di vaccinare in fretta i dipendenti, lavoratori esposti quotidianamente a rischi di contagio.

Da qui è nata la proposta della rete Conad di mettere a disposizione le proprie strutture: cioè negli ipermercati consentire l’allestimento di un’area per le vaccinazioni, «così consentiremmo di vaccinare le oltre 65 mila persone che lavorano nei nostri punti vendita, nei magazzini e negli uffici del sistema Conad» ha dichiarato Francesco Pugliese, Amministratore Delegato Conad. Anche a Castelvetrano, ad esempio, il superstore Conad di via dei templi, potrebbe accogliere un’area vaccinale all’interno della parafarmacia presente nel punto vendita. «Siamo pronti ad affiancare il Generale Figliuolo, seguendo le indicazioni del Governo, prendendoci la responsabilità di vaccinare tutte le persone della nostra organizzazione che lo vorranno non appena i vaccini a noi destinati saranno disponibili», ha ribadito ancora Pugliese.