Folgore SelinunteLa folgore c’è!!! E’ questa la frase pronunciata al termine della partita Folgore vs Enna , espressione sintetica per descrivere un incontro che ha mostrato il carattere della formazione di Mister Catalano.

Le anguste condizioni del rettangolo di gioco e l’agonismo spesso eccessivo di una formazione, quella di De Maria (vecchia conoscenza in casa Folgore), hanno richiesto un carattere duro ed attento e gli undici folgorini non si sono tirati indietro. La diga di nome Messana(uscito per infortunio) e la regia di un grande Pizzitola ormai quasi in piena forma, hanno reso il centrocampo terreno minato per la formazione gialloverde che mai è apparsa veramente pericolosa.

Abbene ancora una volta sacrifica le sue scorribande offensive al servizio della squadra in una partita dove i muscoli erano più importanti di altro.

Ormai elemento imprescindibile di valutazione per la rosa titolare Marco Cumbo.

Il giovane Di Maio si sente sicuro al fianco del veterano capitan Roberto e sfodera un’altra grande prestazione che sia aggiunge in difesa, a quella di un maturo Ciccio Scimemi e a quella di un Marino che pur apparso un po’ nervoso in alcuni tratti della partita, fa della posizione di gioco la sua arma vincente.

L’ultimo arrivo Daniele Li Castri chiarisce che vuole essere lui l’incursore rosso nero e sigla il goal della sicurezza.

E’ l’estro di Vito Bono a decidere di cambiare ritmo alla partita, il piccolo fantasista si inventa nuovamente un goal da cineteca.

Assolutamente confortante è il contributo degli atleti che per motivi tattici sedevano in panchina, subito pronti alle esigenze della squadra Giuseppe Catanzaro, Montepiano, Massimo Licastri

Un cospicuo gruppo della dirigenza folgorina,ha voluto seguire la squadra nella difficile trasferta di Enna.
Domenica prossima al paolo Marino di Castelvetrano la Folgore affronterà nuovamente il Marsala.

ASD Folgore
www.asdfolgore.it