Ve le ricordate le polemiche che furono sollevate quando davanti l’ingresso della scuola elementare “G. Verga” di via Scinà a Castelvetrano sono stati fotografati assembramenti di genitori? Dopo che il Comune è intervenuto predisponendo un servizio ad hoc della Polizia Municipale – dalle 8 alle 9 e dalle 13 alle 14 – le critiche non si sono placate. Alla redazione del nostro giornale è arrivata la segnalazione di Marcello Filippone che denuncia cosa succede, stavolta, con la chiusura della via Scinà da parte dei Vigili urbani. «Ogni mattina, intorno alle 8, trovo sempre l’auto di servizio della Polizia Municipale messa di traverso a chiusura della via Scinà e questo crea non pochi disagi. Io devo raggiungere l’autostrada e quella è un’importantissima arteria viaria».

Ma Filippone denuncia, altresì, che la chiusura totale della via Scinà «crea un imbuto nella parte bassa diviale Roma, via Vittorio Emanuele e via Quintino Sella». E lo stesso lettore si interroga: «Ma per evitare assembramenti davanti la scuola è necessario bloccare la circolazione? Oppure basterebbe che la Polizia Municipale controllasse che i genitori non stiano troppo a contatto gli uni con gli altri e regolare il traffico in quella via nelle ore d’entrata e uscita degli alunni?». E Filippone conclude: «Per evitare di rimanere bloccati nel traffico per una strada che si chiude, dobbiamo forse partire da casa alle 6 del mattino per raggiungere il posto di lavoro?».