Si svolgerà dal 4 al 6 luglio la tredicesima edizione di “Inycon”, manifestazione dedicata al vino, promossa dalle cantine Settesoli e dal comune di Menfi.

Il programma quest’anno è dedicato al tema “Menfi e il suo vino – Il gusto della passione”, e prevede una serie di incontri, degustazioni, laboratori per bambini, oltre a mostre, rassegne ed esposizioni dislocate in tutta la città di Menfi. In collaborazione con le Aziende Agricole Planeta, il 6 luglio la fiera ospiterà anche la rassegna di cabaret “Quando ridere fa bene”, il cui incasso sarà interamente devoluto alla Onlus “Vida a Pititinga”.

Lo spettacolo si terrà nel Teatro del Mare di Menfi e vedrà sul palco Enrico Bertolino, Gioele Dix, Flavio Oreglio e i Luf, Debora Villa, Geppi Cucciari, il Gruppetto, Circontact, Checco Zalone, Paniate & Santonastaso. Previsto anche il tour “In bici per le vigne” e uno spettacolo di danza a cura di Paso Doble.

E’ la più antica manifestazione siciliana dedicata al vino di qualità, giunta quest’anno alla sua XIII° edizione. Un appuntamento di riferimento entrato a pieno titolo nel calendario enologico italiano che, confermando la sua formula di incontro popolare e partecipato, non rinuncia ad offrire un programma di alto profilo tecnico, economico e culturale, ricco di contenuti e di momenti conviviali.

La cittadina di Menfi, in provincia di Agrigento, anticamente chiamata Inycon, cambia volto e si trasforma in un palcoscenico urbano: nelle piazze, tra le viuzze del centro storico, nei cortili e nei rigogliosi giardini dei palazzi storici si potrà degustare il vino ma anche assaggiare i prodotti tipici della tradizione contadina siciliana. A far gli onori di casa è chiaramente il vino, e per la precisione il vino prodotto all’interno dell’area delle Terre Sicane, culla dell’eccellenza vitivinicola e motore dello sviluppo economico e culturale del vino di qualità.

Un distretto che comprende ben quattro D.O.C. e che abbraccia i comuni di Menfi, Sambuca, Santa Margherita, Contessa Entellina e Montevago, una zona riconosciuta a livello anche internazionale ad alta vocazione vitivinicola, fiore all’occhiello di una Sicilia che sulla terra ha voluto investire risorse e professionalità.