Due gravi intimidazioni verbali sarebbero state subite da alcuni operatori della “Sager”, la ditta che si occupa della raccolta rifiuti a Castelvetrano. I due episodi sarebbero accaduti col coinvolgimento, a quanto pare, anche di un dipendente di un’amministrazione pubblica che avrebbe riferito a un operatore ecologico la frase «Lei non sa chi sono io…». La notizia è stata diffusa dall’assessore comunale Manuela Cappadonna: «Sfortunatamente assistiamo giornalmente a gesti di inciviltà a scapito dei tanti cittadini che fanno bene la raccolta differenziata, ed è mortificante se quanto successo coinvolge un pubblico amministratore che dovrebbe rappresentare un fulgido esempio di responsabilità ed alto senso di rappresentanza delle istituzioni».

L’assessore si è detta «allibita e delusa di fronte all’arroganza mostrata da persone che dovrebbero rappresentare le istituzioni». L’Amministrazione comunale, intanto, ha approvato il regoamento delle guardie ambientali. «Differenziare ha un doppio beneficio in termini economici e di salvaguardia dell’ambiente. Non differenziare ha un costo elevato per tutta la comunità», ha detto l’assessore Cappadonna.