Il deputato regionale Vicenzo Fontana del Pdl ha presentato come primo firmatario, un’interrogazione parlamentare al Presidente della Regione e all’Assessore all’Infrastrutture, al Territorio e al Turismo sull’avvio della progettazione del tratto a scorrimento veloce Gela-Castelvetrano.

In un processo ormai avviato, che ha visto negli ultimi dieci anni un rafforzamento dell’anello viario siciliano con importantissimi risultati per lo sviluppo dell’isola, rimane un grave vulnus infrastrutturale per il territorio la ss. 115 che ricordiamo essere la strada più lunga della Sicilia e in particolar modo, il tratto compreso tra Gela e Castelvetrano per un totale di 166 Km e che è strategico per uscire dall’atavico isolamento di tre province: Trapani-Agrigento e Caltanissetta.

autostrade sicilia

Ci troviamo in una fase storica dove la nostra costa agrigentina da Licata a Menfi può realmente uscire dal disagio viario, infatti con la chiusura dell’anello siciliano che entro pochi anni si chiuderà con la realizzazione dell’autostrada Gela –Siracusa, la famosa strada europea E 45, l’unico tratto non coevo con i tempi resterebbe proprio questo angolo del Mediterraneo che ricade interamente sulla costa sud- occidentale sicula.

Per la Gela-Castelvetrano c’è uno studio di fattibilità dell’Anas per il nuovo tracciato che si snoderebbe per 166 chilometri, con circa 18 svincoli, che ha portato ad individuare una suddivisione di 9 macrolotti funzionali, allo scopo di stilare una classifica di realizzazione degli interventi, per tutto ciò, dopo i report dell’Anas si chiede di avviare ogni azione utile interloquendo con il Governo nazionale per avviare la progettazione di questa arteria che abbraccia la fascia costiera di tre province a vocazione turistica.

Inoltre ritengo che ci sarebbe un aumento del Pil di almeno 2 punti percentuali per questo territorio, infatti con il dimezzamento dei tempi di percorrenza con gli aeroporti di Birgi e Comiso i benefici trasportistici e di incoming turistico sarebbero un volano che creerebbe nuovi posti di lavoro e investimenti di grossi buyer.

fonte. lavalledeitempli.net