Prende il via domani mattina alle 11 la prima tappa del Campionato italiano di wing foil, la nuova disciplina sportiva che combina surf e vela, dando vero spettacolo sul mare. Le gare si svolgeranno nello specchio d’acqua antistante il Wind Resort di Capo Puzziteddu, a Campobello di Mazara, “casa” del pluricampione Francesco Cappuzzo.

Sarà il giovane palermitano, 23 anni, a fare gli onori di casa ai big della specialità che da domani si sfideranno sul campo di gara: Riccardo Zorzi, Paolo Migliorini, Edoardo Vivian, Raimondo e Giulio Gasparini. Per Francesco Cappuzzo accogliere la prima tappa del Campionato italiano a “casa sua” è un’esperienza importante: «Io sono cresciuto sportivamente tra queste dune naturali di sabbia e mare, qui a Capo Puzziteddu, dove si incontrano venti e correnti, uno dei più ventilati dell’isola».

Lunga è la carriera di Francesco Cappuzzo: dagli 8 anni – e sino ai 16 – è stato otto volte campione italiano di windsurf freestyle, nel 2009 è stato vice campione mondiale della stessa specialità, nel 2011, invece, è stato vice Campione italiano wave, categoria Open.

Nel 2014 la pratica del kite surf e, qualche anno fa, il wing foil: una nuova disciplina che consiste nel gestire un’ala svincolata dalla tavola e senza cavi, da tenere direttamente con entrambe le mani. Di piccole dimensioni, la tavola per i più esperti monta una pinna da hydrofoil con diverse possibilità di set up, in base al livello del rider. Francesco Cappuzzo, lo scorso dicembre, si è piazzato 5° nella prima e unica tappa del Mondiale a Tarifa, in Spagna. Da domani il primo spettacolo di vele ed evoluzioni sulle onde in Sicilia.