teatro selinus castelvetranoStrani furti al Teatro Selinus. Potrebbe sembrare il titolo di un’opera teatrale e invece, e la triste realtà che ha come “attori ” protagonisti due malcapitati che durante le loro attività all’interno del teatro hanno visto sparire le loro borse e i relativi contenuti.

I singolari furti,sono avvenuti nei giorni scorsi. Il “ladro fantasma” del Teatro, avrebbe approfittato delle borse lasciate nei camerini per ripulirle di telefonini e soldi ,per poi lasciarle in angoli del teatro poco frequentati e, secondo gli addetti ai lavori raggiungibili solo da chi conosce molto bene la struttura.

Gli episodi sono stati regolarmente denunciati alla Polizia di Stato di Castelvetrano. Il fatto viene marcatamente condannato da Giacomo Bonagiuso direttore della scuola di Teatro.

giacomo bonagiusoPosto che per disposizione di un teatro pubblico, borse e giubbotti dei ragazzi partecipanti ai laboratori vanno collocati in camerino, e non in platea, – commenta Bonagiuso-e posto che attenendosi a tale disposizione,le borse vengono trafugate proprio in camerino, e in esse rubati telefoni, orologio e soldi, rimane da chiedersi tanto.

Posto che durante lo stesso pomeriggio in compagnia di ragazzi con disabilità, qualcuno semplicemente sedendosi si ritrova la spalliera della sedia divelta e totalmente fradicia; posto tutto questo,- conclude Bonagiuso- qual è la ragione per cui, piuttosto che sentirsi rivolgere delle scuse per i fatti suddetti, o rassicurazioni sullo stato di salute del ragazzo caduto soltanto sedendosi, ci si ritrova invece a sentirsi dire “ora dovete pagare la sedia?

Sugli episodi stanno indagando gli uomini del commissariato di Castelvetrano.

 

Filippo Siragusa

per GdS