In seguito all’incontro avvenuto lo scorso 13 marzo tra il Sindaco Errante ed il candidato Sindaco, Erina Vivona, riportiamo di seguito la nota diramata dal’Avv. Vivona, sostenuta dai movimenti politici “Andare Oltre” ed “ Insieme si può”.

Alla richiesta di rendere puntuali notizie sui temi indicati nella nota interlocutoria che si richiama, già portata a conoscenza della Città, con precipuo comunicato stampa, il Signor Sindaco, avv. Felice Errante, ha fornito le risposte che seguono:

D. Stato del procedimento di adozione delle misure di aggiornamento del PRG;
R. Il PRG è stato adottato, così come predisposto e steso dall’Ufficio di Pianificazione, senza tenere in considerazione le osservazioni mosse dalla Commissione Urbanistica; tuttavia non è esecutivo.

D. Stato del procedimento di esame da parte del Comune del Piano Paesaggistico Siciliano, in ordine in particolare alle relative refluenze sul territorio comunale; il riferimento è teso anche ad apprendere di eventuali osservazioni e/o impugnazioni che fossero state predisposte per essere tempestivamente avanzate;
R. Il Piano Paesaggistico Siciliano è allo studio dei funzionari comunali preposti per competenza che, nei termini dati, elaboreranno le osservazioni da muovere.

D. Stato dell’iter amministrativo inerente alla demolizione degli immobili abusivi in Triscina;
R. Nell’anno 2014 fu sottoscritto un protocollo di intesa presso gli uffici di Prefettura, con la partecipazione del Procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Marsala pro-tempore, con il quale si convenne che la Procura avrebbe predisposto periodicamente l’elenco degli immobili da demolire, cui i Comuni si sarebbero attenuti. Ad oggi sono stati demoliti otto fabbricati ricadenti nel territorio del nostro Comune e si attende l’elenco successivo. Gli immobili insanabili in tutto il territorio comunale risultano essere centottanta circa.

D. Stato della progettazione di grandi, medie e piccole opere di intervento nel territorio ed in particolare a Triscina ed a Selinunte;
R. A causa della mancata destinazione di risorse economiche ad incarichi per la progettazione, non si è provveduto a redigere progetti di intervento nel territorio. Gli unici progetti di cui si può riferire sono quelli inseriti nell’Agenda Urbana.

D. Stato delle finanze comunali ed, in particolare, del rapporto debito/credito verso terzi;
R. E’ stato rispettato il patto di stabilità per l’anno 2016, in quanto sono risultati positivamente esitati sei ( non specificati) dei dieci parametri obiettivi dati per i comuni ai fini dell’accertamento della condizione di ente strutturalmente deficitario per il triennio 2015/2017; si attende dalla Regione Sicilia il saldo dei trasferimenti per l’anno 2016; I crediti verso Stato e Regione ammontano a circa 7.000.000 di euro. Oggi la cassa comunale registra un saldo negativo di 8.000.000 di euro; i precari incidono notevolmente sulla spesa, poiché l’ente è stato costretto per lunghi periodi a corrispondere anche la quota posta a carico della Regione inadempiente. I crediti vantati dall’ente nei confronti dei cittadini sono notevoli e difficilmente recuperabili.

Domanda aggiunta durante l’incontro – Il contratto di Co-Marketing per Airgest e la tassa di soggiorno;
R. Il contratto è in scadenza; durante la vigenza di esso tutto il ricavato proveniente dal prelievo presso i turisti effettuato attraverso l’applicazione della tassa di soggiorno ( euro 160.000 più IVA circa) è stato interamente versato come da regolamento e nessuna somma ulteriore è rimasta nelle casse comunali, per esser investita nel territorio, come auspicato e convenuto al momento della sottoscrizione del contratto medesimo.

D. Stato dell’organico comunale, con particolare riferimento al livello dirigenziale e al personale precario;
R. Attualmente c’è un solo dirigente di ruolo, già in fase di pensionamento e due dirigenti incaricati; i dipendenti di ruolo sono 95 a fronte di un fabbisogno dell’ente di 220 dipendenti in media; si contano 240 contrattisti e 70/80 LSU; ingente l’impegno di spesa necessario alla loro stabilizzazione.

D. Stato dell’edilizia scolastica, con particolare riferimento all’agibilità degli edifici e al funzionamento degli impianti di riscaldamento;
R. Gli edifici scolastici sono tutti staticamente idonei, seppur di alcune strutture manchi la certificazione di agibilità. Alcuni edifici non sono dotati di impianto di riscaldamento; non ci sono stati fondi per occuparsi del decoro degli spazi esterni.

D. Stato degli impianti sportivi, con riferimento precipuo anche alle modalità di fruizione di essi ed ai rapporti attuali con le società sportive e/o con privati;
R. Tutte le strutture sportive sono state concesse in comodato alle associazioni che ne hanno fatto richiesta e che hanno assunto l’obbligo di provvedere alla manutenzione; tuttavia non si è svolto un controllo per verificare se detta manutenzione è stata effettivamente resa e non si può riferire sullo stato attuale di essi.

D. Stato dell’andamento demografico della popolazione e delle imprese;
R. La popolazione autoctona è diminuita, mentre è aumentata la presenza di romeni ed extracomunitari.

D. Stato del patrimonio immobiliare pubblico e privato del centro storico, sia dal punto di vista conservativo/statico, sia di quello abitativo;
R. E’ stato approvato il Piano del Centro Storico, che si sostanzia nello screening di tutti gli immobili del centro storico; detto studio è propedeutico a qualsiasi progetto finanziabile.

D. Stato dell’accertamento del disagio economico e sociale e rappresentazione delle politiche sociali adottate;
R. Non si è elaborato uno studio sul fenomeno e non si è svolta un’azione di politiche sociali in senso stretto; sono state utilizzate risorse importanti per i disabili, per i progetti Auxilia, per i minori e per le figure dell’assistente socio-sanitario.

D. Stato delle politiche giovanili adottate e/o adottande;
R. Non è stata programmata alcuna attività di politiche giovanili in senso stretto.

D. Stato dell’attuale piano di sicurezza;
R. Si rilevano seri problemi di ordine pubblico.

D. Stato delle misure adottate in esecuzione della normativa relativa all’inclusione scolastica dei bambini/ragazzini diversamente abili, nonchè delle misure adottate per l’abbattimento delle barriere architettoniche, con particolare riferimento al P.E.B.A;
R. Nessuna misura di inclusione scolastica è stata adottata; nessuna misura per l’abbattimento delle barriere architettoniche; l’ente non si è ancora dotato del P.E.B.A.

Si ringrazia il Sindaco della disponibilità istituzionale accordata e della sensibilità politica rammostrata.

Avv. Pietra (detta Erina) Vivona
Candidato Sindaco dei Movimenti civici “Andare oltre” ed “Insieme si può”