Il Sindaco Felice Errante, unitamente ai tecnici comunali ed ai progettisti della importante infrastruttura, ha preso parte all’incontro tecnico operativo, tenutosi presso un noto hotel della borgata di Marinella di Selinunte, per illustrare le varie innovazioni tecniche apportate al progetto preliminare, a seguito della prima conferenza di servizio, già tenutasi nel mese di giugno, del nuovo porticciolo turistico.

Erano stati, infatti, formulati dai vari Enti partecipanti alla conferenza dei suggerimenti e delle osservazioni, che attendono risposte da presentare alla prossima conferenza. Tra questi soggetti, Legambiente, che anche nel corso della tradizionale manifestazione estiva, aveva evidenziato alcune perplessità.

porto selinunte marinella

Era presente anche l’archistar francese Odile Decq, noto architetto di fama mondiale, che per prima aveva lanciato l’idea della riconfigurazione del porto della borgata marinara, ed al cui vaglio vengono ora rimesse, per un giudizio critico e valutazione, le proposte prospettate dal progettista, ing. Nino Viviano, e le osservazioni ad esse formulate, soprattutto da Legambiente
“Siamo particolarmente lieti di aver ospitato Odile Decq che miete successi professionali in tutto il mondo e ci auguriamo che alle sue perle possa aggiungere anche il nostro porto -ha affermato Errante- e’ inutile ribadire la vitale importanza che detta infrastruttura riveste per lo sviluppo futuro della nostra comunità. Sono sicuro che Odile, con la sua esperienza riuscirà a fugare ogni problematica sollevata”.

L’incontro è stato organizzato dal consulente del Sindaco Ing. Giuseppe Taddeo, già Dirigente del Comune, che nel merito dichiara:

porto selinunte

porto selinunte 2

Non serve un’ opera pubblica qualunque, peraltro di notevole prevedibile importo. La Città ha bisogno di un’opera condivisa ed utile allo sviluppo sostenibile del territorio.

Per tal motivo qualunque critica, osservazione o semplice opinione è utile, soprattutto per evitare gli errori del passato. Odile, colpita come in passato dalle spettacolari peculiarità della zona (il più grande parco archeologico d’Europa, la riserva Orientata del Belice e la borgata marinara), con piacere continuerà a supportare il progetto con suggerimenti sicuramente utili ed equilibrarti

Breve curriculum vitae dell’architetto Odille Deck

Odile Decq studia architettura all’Università di Parigi e diventata architetto nel 1978. Nel 1980 si associa con l’architetto Benoît Cornette e crea insieme a lui lo studio ODBC.

Le prime realizzazioni dello studio riguardano edifici pubblici come agenzie bancarie, asili o interi quartieri residenziali e riscuotono ben presto un certo successo. Nel 1988, lo studio ODBC vince il concorso per la realizzazione della sede della Banque Populaire de L’Ouest e d’Armorique a Rennes. Per quest’edificio, inaugurato nel 1990, gli architetti Decq e Cornette ottennero un vasto riconoscimento internazionale e decine di premi nazionali e internazionali, fra i quali il 9th International Prize for Architecture a Londra e il Prix Architecture et Travail a Rennes.

Da quel momento i due architetti affrontarono una serie d’importanti opere con uno stile molto dinamico e ispirato all’high-tech. Fra queste si segnalano il Centro Operativo Autostradale di Nanterre (1996), il porto di Osaka, in Giappone (1997), il Centro di Ricerca Saint Gobain a Aubervilles (1999).

Nel 1996 lo studio ODBC viene premiato con un Leone d’Oro alla
Biennale d’Architettura di Venezia.
Odile Decq nel 2001 ha ricevuto l’incarico di costruire l’espansione
del MACRO (Museo d’Arte Contemporanea di Roma) già
sito nell’ex-fabbrica della Birra Peroni a Roma, inaugurato nel 2011.
La Decq è membro dell’Accademia di architettura francese dal 1997,
commendatrice dell’ordine delle Arti e delle Lettere dal 2001,
cavaliere della Legion d’Onore dal 2003.
Principali realizzazioni
• Centro amministrativo della Banque Populaire de l’Ouest, Rennes 1990
• Tre edifici per alloggi, Parigi 1988, 1995, 1997
• Viadotto e Centro Operativo Autostradale A14, Nanterre 1996
• Tre edifici per l’Università di Nantes, Nantes 1993-1998
• Istituto di Chimica, Berlino 1995
• Padiglione francese per la Biennale di Venezia, Venezia 1996
• Espansione della Galleria Nazionale d’Irlanda, Dublino 1997
• Ristrutturazione del Centro di Ricerche Saint Gobain, Aubervilliers 1999
• Installazione Vanishing black holes – une abstraction tactile per la
Biennale di architettura di Venezia, Venezia 2000
• Espansione e ristrutturazione del Museo di arte contemporanea di
Roma, Roma 2010-2011
Principali strutture e servizi portuali progettati
• Porto commerciale e centro servizi ai passeggeri, Kinmen, Taiwan
(progetto in concorso) 2014
• Porto e terminal passeggeri, Tangeri, Marocco (progetto vincitore) 2007
• Rigenerazione urbana e ristrutturazione del porto del distretto
portuale di Gennevilliers, Francia, 1994
• Porto e centro di scambi culturali, Osaka, Giappone.