L’associazione Libera, in occasione della giornata della memoria e dell’impegno, in ricordo delle vittime innocenti della mafia, celebrerà il 21 marzo a Palermo la XXV edizione ad epilogo di centinaia di appuntamenti con le scuole, rappresentazioni teatrali, visioni di film, dibattiti in tutta la Sicilia.

L’Istituto Cipolla Pantaleo Gentile, ha risposto come sempre con entusiasmo all’iniziativa che vedrà coinvolte molti alunni delle tre scuole che si sono preparati all’incontro con serietà e senso civico mettendo in atto ciò che la dirigente Gaetana Barresi e gli insegnanti hanno sempre stimolato a fare: riflettere, prendere atto, informarsi con ricerche, dibattiti, incontri.

Mercoledì 29 gennaio, presso l’Aula Magna, del Liceo Scientifico “ M. Cipolla” di Castelvetrano, non a caso intitolata, “Peppino Impastato, Rita Atria”, si terrà un incontro_dibattito con Don Luigi Ciotti.

L’incontro, organizzato dall’associazione Libera, sortisce una grande importanza in una città tristemente nota come quella di Castelvetrano, martoriata e stigmatizzata, che vuole prendere le distanze dalla mafia e da ogni forma di illegalità.

È proprio dalla scuola che Castelvetrano parte, perché l’informazione e la cultura crea il cittadino libero, consapevole che combattere la mafia significa rifiutare ogni sorta di compromesso e riconoscere l’illegalità spesso celata tra le pieghe di una velata legalità.