Un incendio di natura dolosa è stato appiccato, ieri sera, nello spiazzale antistante il nuovo oleificio “Agricola Norrito”, sulla strada provinciale 51, in direzione di Tre Fontane, appena fuori l’abitato di Campobello di Mazara. Le fiamme hanno distrutto 300 cassoni in plastica, del valore di circa 50 mila euro, che erano stati recentemente posizionati all’interno del piazzale antistante l’oleificio al fine di contenere le olive provenienti dalla prossima raccolta. Grazie all’intervento dei Vigili del fuoco, l’incendio è stato fortunatamente fermato prima che potesse attaccare anche la struttura e l’interno del nuovo capannone. Sul posto sono state trovate alcune gomme di auto utilizzate verosimilmente per appiccare il fuoco.

«Un gesto che colpisce un imprenditore locale, che, nonostante le difficoltà del comparto, continua a investire nel nostro territorio, facendo impresa e garantendo lavoro a tante persone, non può che ferire l’intera comunità campobellese – ha detto il sindaco Castiglione – il verificarsi di fatti del genere nel nostro paese ci rattrista e ci avvilisce, perché mortifica l’animo di quella parte sana della società campobellese che ha un forte bisogno di riscatto e di libertà. Nel condannare fermamente l’azione spregevole che ha colpito il concittadino e amico Gaspare Leggio, auspico che le Forze dell’Ordine possano al più presto fare luce sull’accaduto, assicurando i responsabili alla giustizia».