Il Parco archeologico di Selinunte è sottoposto ad adeguata tutela? Lo chiede con una lettera l’associazione “Codiciambiente”, oggi presieduta dall’avvocato Giovanni Crimi. Già due anni fa il sodalizio chiese chiarimenti al Direttore del Parco archeologico; poche ore prima era divampato un incendio che aveva bruciato 20 ettari dell’intera area.

Qualche giorno fa altre fiamme hanno interessato il Parco, il secondo dopo quelli di agosto, per un totale di tre incendi. Per l’incendio dell’8 agosto scorso – che ha pure lambito l’alloggio in zona Manuzza che ospitava la delegazione tedesca – “Codiciambiente” ha presentato denuncia alla Procura della Repubblica di Marsala.

Al Direttore del Parco, “Codiciambiente” ha chiesto di sapere, invece, alcune informazioni: Prima della stagione estiva sono stati effettuati adeguati lavori di diserbo all’interno del Parco? All’interno esistono punti strategici di idonei e moderni sistemi di videosorveglianza e di antincendio?