Un dono che ha il valore di “riconoscenza” nei confronti di chi è stato a fianco di un familiare scomparso. All’Unità operativa di Ematologia dell’ospedale “Vittorio Emanuele II” di Castelvetrano è stata donata una fotocopiatrice in memoria della signora Margherita Brusca. La consegna è avvenuta alla presenza della figlia Caterina Costantino che ha avuto l’idea di donare un bene al reparto nelle mani del responsabile, il medico ematologo Vincenzo Leone, presenti anche i medici Carla Marino e Giuseppe Sucato.

La signora Brusca è morta nel settembre dello scorso anno all’età di 82 anni. Da un anno e mezzo veniva seguita dai medici dell’equipe guidata da Leone per un mieloma multiplo. Mesi durante i quali la signora Brusca ha vissuto, fianco a fianco, con il personale del reparto, rendendosi protagonista anche di altre piccole donazioni. Ora la fotocopiatrice donata dalla figlia in memoria della mamma che non c’è più.