mogavero coppie gay

“Ai governanti spetta il compito di normare l’esistente”. Perciò «in Italia non si può far finta che le unioni gay non esistano e che non ci siano diritti da riconoscere a queste coppie».

L’esito del referendum irlandese, osserva il vescovo di Mazara del Vallo, Domenico Mogavero, canonista e commissario Cei per l’immigrazione, «non va ignorato nel nostro paese». Un’analisi lucida, senza fughe in avanti o sottovalutazione della portata del cambiamento.

«In Irlanda il primo ministro Enda Kenny ha fatto i conti con la realtà: anche in Italia il governo deve prendere atto che esistono centinaia di migliaia di convivenze tra persone dello stesso sesso». Realtà che «hanno diritto a una regolamentazione». Anche la Chiesa deve fare la sua parte.

Con queste parole, si apre il colloquio tra Giacomo Galeazzi e Monsignor Mogavero per l’edizione di ieri, lunedì 15 maggio, del noto quotidiano La Stampa.