“Un convegno giuridico dal taglio innovativo e dagli esiti di confronto e apprendimento degli argomenti trattati, estremamente interessanti e di certa utilità formativa per gli avvocati penalisti e civilisti e non solo, essendo il tema d’interesse per i commercialisti, i psicologi e quanti ambiscono ad operare come amministratori di sostegno.”

Questo il commento del Responsabile della Scuola Territoriale della Camera Penale Avv. Francesco Messina che ha moderato l’intervento dei relatori dell’evento aperto sul tema “L’imputabilità e la malattia mentale – L’amministrazione di sostegno”, organizzato giovedì scorso al Complesso San Pietro di Marsala con la collaborazione del Consiglio dell’Ordine degli Avvocati.

Due relatori esperti di salute mentale applicata al diritto, il Dr. Mario Iannucci, psichiatra e psicoanalista, fondatore e presidente della Società italiana di psichiatria penitenziaria e fondatore e direttore della prima residenza psichiatrica per autori di reato “Le querce” di Firenze e la Dr. Gemma Brandi, già responsabile di servizi di salute mentale a Firenze e della salute in carcere della Toscana, con entrambi esperienze in Ospedali psichiatrici giudiziari, fondatori e responsabili della rivista di psicopatologia forenze Il Reo e il Folle, accompagnati dalla Dr. Norma Galfano, amministratore di sostegno originaria di Castelvetrano e già coordinatore della residenza “Le querce” di Firenze, hanno dato il loro prezioso competente contributo all’auditorio con la loro affabile comunicabilità e con il vissuto della loro esperienza professionale.

L’occasione del corso per la difesa d’ufficio e la formazione dell’Avvocatura penale nel biennio 2018/19, ha consentito di focalizzare i lavori del convegno all’attenzione della tutela dei più fragili e della necessità di uno sforzo comune degli operatori del settore avvocati, magistrati, psicologi, psichiatri al fine di mettere al centro del sistema giudiziario il malato di mente e la sua peculiare sofferenza mentale e offrirgli strumenti meglio adeguati alla sua assistenza, come l’amministrazione di sostegno.

La partecipazione al convegno del Presidente del Tribunale di Marsala Dr. Alessandra Camassa e del Procuratore della Repubblica Dr. Vincenzo Pantaleo, ha qualificato gli interventi e reso possibile un opportuno confronto sull’applicazione delle leggi in materia di reati commessi da malati mentali e dell’esecuzione penale mirante al rispetto umano del più fragile.