Voglimi SELINUNTE

Il sogno americano è un pò il sogno di tutti noi che vedono in una terra tanto variopinta, il raggiungimento di sogni speranze o forse solo la possibilità di un mondo diverso dal proprio fatto di usanze e tradizioni che si discostano dalle nostre, ma che sempre più spesso cerchiamo di adattarle al nostro modo di vivere.

Abbiamo la tanto dibattuta festa di Halloween che pian piano sta entrando nelle nostre case tra i consensi di alcuni e i dissensi di altri, o ancora influenze statunitensi che ci avvicinano a quel mondo tanto lontano ma tanto affascinante.

Chi non ha infatti sognato almeno una volta di visitare la grande mela??? di guardare nella sua vastità la Statua della libertà o passeggiare in quel meraviglioso polmone artificiale che è Central Park,  e poi ancora il suo albero di natale più bello di sempre, ai piedi del Rockefeller center o quella meravigliosa festa del ringraziamento che accompagna al Natale e che a noi manca.

Gli hamburger, le steek house e i marshmallow i primati che solo una terra dai mille colori conosce e che ogni giorno vede migliaia di persone attraversare quelle strade, sempre di corsa chiamando al volo, l’ultimo taxi giallo simbolo di una città che non dorme mai.

Per mettere piede nel territorio statunitense ormai è sufficiente essere in possesso del passaporto elettronico e l’ESTA, che è un sistema elettronico per l’autorizzazione al viaggio senza visto, e serve al governo degli Stati Uniti per esaminare i viaggiatori intenzionati a recarsi nel suo territorio.

Per farlo devi viaggiare esclusivamente per affari e/o per turismo, rimanere negli Stati Uniti non più di 90 giorni, e possedere un biglietto di ritorno per dimostrare che non vuoi trattenerti per altri scopi.

L’autorizzazione ESTA online si richiede almeno 72 ore prima del viaggio compilando la richiesta sul sito degli Stati Uniti d’America e ha una durata di due anni dall’emissione.

Il viaggio è l’aspettativa stessa di quel viaggio e se gli Stati Uniti d’America hanno sempre rappresentato un paese fuori dalle righe, allora vanno visti almeno una volta nella vita.