consiglio comunale castelvetrano-0791

consiglio comunale castelvetrano

Le notizie e le imputazioni che emergono dall’operazione Eden 2 sono di estrema gravità.
Gli ultimi sequestri eseguiti dalla magistratura danno il senso della estensione della presenza mafiosa nel nostro territorio.

Chiamano in causa la coscienza di tutti: amministratori, dirigenti di partito, militanti, cittadini. Ecco perché, dopo le dichiarazioni ed i comunicati per i fatti accaduti, di plauso agli organi inquirenti, diffusi nell’immediatezza degli arresti, il Direttivo del Partito Democratico di Castelvetrano ritiene che bisogna tenere alta l’attenzione, in maniera costante e continua, da parte della politica tutta, dentro e fuori Palazzo Pignatelli, sulle vicende criminali e mafiose che hanno coinvolto ancora una volta la nostra comunità.

Occorre un costante controllo, e politico e sociale, perché solo restando alleati contro la criminalità e la connivenza si può sperare in una crescita culturale ed economica antimafiosa della nostra comunità: la frammentazione del fronte comune e la delegittimazione delle istituzioni sono da sempre terreno fertile per l’organizzazione mafiosa.

Al di là delle responsabilità penali personali che seguiranno il percorso giudiziario previsto dalla legge, alla Politica spetta il compito di attuare gli strumenti esistenti per rendere impermeabili le istituzioni alla criminalità mafiosa ed al malaffare o trovarne, ove necessario, di altri maggiormente efficaci, per il rispetto del valore democratico delle istituzioni e della rappresentanza.
Non è più sufficiente essere moralmente corretti ed inattaccabili ma occorre anche essere riconoscibili come tali.

Questo l’appello che vogliamo rivolgere all’amministrazione e alle forze politiche di maggioranza e di minoranza dentro il Consiglio. Questo l’invito che rivolgiamo a noi stessi per primi e all’intera comunità.

In tale ottica, il Direttivo del Partito Democratico di Castelvetrano auspica che il consigliere comunale Calogero Giambalvo, ad oggi sospeso dalla carica per le accuse a suo carico, voglia rassegnare le proprie dimissioni dal massimo consesso civico.

Il Direttivo PD Castelvetrano