Molti di noi vivono una vita che li porta a stare bene con se stessi, se si ha poi, un pasto caldo ed un tetto sulla testa siamo davvero persone fortunate, e in questo mondo dove spesso tutto appare scontato, dovremmo fermarci a riflettere che quello che sembra banale è invece qualcosa di davvero speciale.

Tutti noi proviamo a DARE, e spesso proprio in questo modo riusciamo a ricevere ciò che cura la nostra anima. Nella piccola realtà castelvetranese, c’è un esempio di solidarietà che ci ha davvero commosso ed è per questo che vi vogliamo raccontare dell’iniziativa del Bar Roma di Castelvetrano, gestito da Francesco Lupo, insieme alla moglie Paola Giuffrè da appena due anni. Questi ragazzi hanno deciso di donare ogni sera a fine servizio, intorno alle 22:00, tutto ciò che rimane durante la loro giornata, dal pane ai dolci sino alla tavola calda, prodotti ovviamente in ottimo stato, ma che per una ragione di puro altruismo si decide di donare a chi ne ha veramente bisogno. Questi viveri verranno lasciati all’interno di contenitori all’ingresso del bar, garantendo in questo modo l’anonimato della persona (a partire da giovedì 28 novembre).

E’ davvero un peccato dover sprecare del cibo buono senza che questo diventi invece punto di partenza per rendere l’uomo un essere migliore, Francesco si augura che da questo piccolo gesto, molte altre attività possano seguirlo cercando in un bisogno altrui il vero motivo per fare del bene.

Nella stessa ottica proverà con l’iniziativa del caffè sospeso, un invito ai clienti per lasciare qualche moneta in più per chi ha difficoltà anche a pagare un caffè. Ci è stato insegnato sin da piccoli che la solidarietà è un legame che unisce uno o più individui, ed esprime  la volontà di volerle sostenere assieme.

Come abbiamo più volte ribadito vogliamo ancora portare nel vostro cuore una frase di una donna che della solidarietà ne ha fatto la sua vita.

Chi nel cammino della vita ha acceso anche soltanto una fiaccola nell’ora buia di qualcuno non è vissuto invano.
(Madre Teresa di Calcutta)