[di Rino Carollo] Un appello al futuro sindaco di Castelvetrano. Concedere i locali comunali del Sistema delle Piazze a chi vorrebbe aprire una libreria che non esiste da decenni, e alle donazioni spontanee, di grande valenza culturale e storica della nostra città, come ad esempio la collezione di rare fotografie, documenti, disegni e testi originali del materiale rotabile presente al deposito Locomotive all’epoca d’oro quando i ferrovieri muovevano l’economia locale, e tanto altro, raccolti in modo certosino dal Sig. Baldassare Ingoglia.

E la collezione di meravigliosi carretti siciliani e innumerevoli attrezzi della civiltà contadina, conservati con amore dal Sig. Filippo Ancona che non è riuscito a realizzare il suo sogno di regalarli al comune per mancanza di sensibilità degli amministratori del passato. Il centro storico solo così potrebbe rinascere, con le studentesche, i cittadini e i turisti che vanno a visitare la storia documentata e viva del nostro passato. Il cuore di Castelvetrano ha bisogno di memoria del recente passato e non di bar e pizzerie che ve ne sono in tutta la città

Deposito Castelvetrano – Foto Ingoglia