ASCOLTA L'ARTICOLO

Il rischio, al momento, di un trasferimento a Santa Ninfa è stato scongiurato. Ma la questione rimane da risolvere. Il Consultorio familiare dell’Asp Trapani a Castelvetrano rimarrà nei locali di via Bradimarte. Questa è la decisione adottata dai vertici dell’Asp Trapani dopo che il dirigente del Distretto sanitario Pietro Candela aveva scritto chiedendo il trasferimento del Consultorio nei locali dell’omonimo Ufficio a Santa Ninfa. Dentro la struttura di Castelvetrano quando piove l’acqua si infiltra dal vano scala e gli uffici sono a primo piano senza ascensore. Disagi che pesano sui diversamente abili che, se volessero raggiungere il Consultorio, non riescono a farlo. Per tutti questi motivi Candela avrebbe chiesto il trasferimento degli uffici.

Ma, al momento questo è stato sospeso perché, pare, che l’Asp Trapani voglia intervenire con la manutenzione dell’immobile di sua proprietà. Intanto il Comune ha dato disponibilità all’Asp Trapani di concedere in comodato d’uso un piano dell’Informagiovani dove possono essere sistemati alcuni uffici dello stesso ospedale o del Distretto sanitario.

AUTORE.