Accuse rimesse al mittente. Il consigliere comunale Enza Viola (Obiettivo città) non ci sta a quanto ieri ha affermato il sindaco Enzo Alfano sul conto dell’opposizione. «Noi saremmo responsabili dell’incitamento alla violenza e istigatori di atti violenti, speculando sulla sofferenza di questi momenti», dice la Viola, riprendendo quanto ieri ha scritto il sindaco.

La Viola ha condannato fermamente l’atto vandalico che, due sere fa, due ragazzi e una ragazza hanno messo a segno al Sistema delle piazze: due aiuole rovesciate e rotte mentre le telecamere a circuito chiuso del Comune li riprendevano. «Non permetterò a nessuno di infangare il mandato ricevuto, democraticamente, da chi mi ha votato e anche il gruppo politico al quale appartengo. Ritengo doveroso il rispetto di molti che oggi si trovano in grandissime difficoltà economiche e sociali e mi metterò sempre al loro fianco in qualsiasi battaglia di legalità e giustizia».

La Viola ha, altresì, ribadito che «non sarò mai al fianco dei vandali – ha detto – essere all’opposizione politica di una amministrazione significa essere attenti e vigilanti senza se e senza ma, propositivi e critici».