L’ufficio legale del Comune di Castelvetrano ha avanzato la richiesta di costituzione di Parte Civile nel procedimento penale denominato Golem II, la cui prima udienza dibattimentale si terrà lunedì 16 maggio alle 09.00 dinanzi alla V sezione Penale del Tribunale di Palermo.

Nelle scorse settimane alcuni articoli di stampa avevano messo in risalto la mancata presenza della Civica Amministrazione all’udienza preliminare del processo di cui all’oggetto. Per dovere d’informazione l’Ufficio Legale , diretto dall’Avv. Daniela Grimaudo precisa quanto segue:

“La richiesta di rinvio a giudizio del Pubblico Ministero non contiene indicazione della persona offesa dal reato. Per questo motivo il decreto di comparizione dinanzi al G.U.P. (Giudice dell’Udienza Preliminare), non è stato notificato al Comune di Castelvetrano, né ad altri comuni, come invece era avvenuto in passato in casi analoghi dove il Comune si era sempre costituito parte civile,anche attraverso le associazioni di cui è socio come l’ antiracket ed antiusura o attraverso il Consorzio Trapanese per la Legalità e lo Sviluppo. Non avendo avuto notizia, se non dalla stampa, il Comune quindi non si era ancora costituito contro gli imputati. Va ricordato, però, che il Codice di Procedura Penale consente la costituzione di parte civile entro la prima udienza dibattimentale che è stata fissata per il 16 maggio p.v. Questo non inficia la validità degli atti compiuti perché, secondo la cassazione, l’interesse allo svolgimento del processo prevale su quello della persona che si ritiene offesa dal reato, che ha anche la possibilità di agire in sede civile.”

Il Sindaco, ha altresì disposto, che l’Amministrazione si costituisca Parte Civile nel prossimo futuro in tutti i procedimenti penali che riguarderanno casi di mafia, violenza contro donne o minori, o danneggiamenti contro cose e persone.