ASCOLTA L'ARTICOLO

Quando si dice cannolo si parla di Sicilia. E quando si dice cannolo nel Trapanese si pensa subito a Dattilo, la piccola frazione di Paceco, dove negli anni la tradizione è diventata sempre più forte, tanto da fare della piccola frazione un luogo di vero “pellegrinaggio” enogastronomico per deliziare i palati. Il prossimo week-end al cannolo di Dattilo sarà dedicata la kermesse “Dattilo cannolo fest”, organizzato dall’associazione “Ciuri”, col patrocinio del Comune di Paceco e dalla Regione Siciliana.

Tre giorni intesi tra sapori e tradizioni siciliane per promuovere il territorio e il tipico dolce di Dattilo, durante i quali protagonista sarà proprio il cannolo che si potrà gustare anche in alcune “varianti” con cioccolato e pistacchio. L’originalità del cannolo di Dattilo è legata a due caratteristiche particolari: la prima è la grandezza della cialda e l’altra è l’utilizzo della ricotta grezza, non raffinata e poco zuccherata. «L’occasione del “Dattilo cannolo fest” sarà proprio quella anche di studiare le caratteristiche di questo dolce – spiega Filippo Peralta, ideatore della kermesse – ecco perché abbiamo coinvolto anche l’Istituto professionale alberghiero “Ignazio e Vincenzo Florio” di Erice che terranno alcuni laboratori del gusto».

Il centro della frazione di Dattilo per tre giorni sarà trasformato in un villaggio dei sapori, che di sera ospiterà anche spettacoli e momenti di intrattenimento. Il “Dattilo cannolo fest” si aprirà venerdì 14 ottobre, alle ore 16, con l’esibizione dei gruppi folkloristici del territorio (col patrocinio della Federazione italiana tradizioni popolari) e, contestualmente, saranno aperti gli stand del Villaggio. Sempre alle 16 (e sino alle 21), in piazza sarà allestito “Pompieropoli”, a cura dell’Associazione nazionale dei Vigili del Fuoco. Alle 19, convegno sul tema “Le politiche per il rilancio del territorio”. Alle 21, spettacolo di cabaret con Salvo La Rosa e Peppe Castiglia nell’ambito del “Premio 91027”. Sabato 15: dalle 16 alle 23, apertura stand. Ore 16: esibizione grupppi folk e “La corsa del cannolo”, competizione di velocità nei 50m con bambini da 5 a 11 anni. Dalle 15 alle 20, “Terre d’Occidente”, estemporanea di pittura, a cura di Enzo Campisi. Dalle 16 alle 21, Pompieropoli. Ore 17, talk show, a cura dell’Anffas. Ore 17,30, mostra statica “Fiat 500 club Italia”. Ore 18, convegno su “Il cannolo di Dattilo come prodotto agroalimentare tradizionale”. Ore 19, Catena Fiorello presenta il libro “I cannoli di Marites”. Ore 21,30, concerto “Violini parlanti”, con Gianni e Manuel Burriesci. Domenica 16: dalle 16 alle 20, apertura stand. Ore 16, estemporanea “Terre d’Occidente”. Dalle 16, Pompieropoli ed esibizione gruppi folk. Ore 19, Anna Martano (direttrice de “I Monsù”) presenta il libro “La tavola è in festa”. Ore 21, concerto del fisarmonicista Pietro Adragna.

Durante i 3 giorni della kermesse, presso la sede della Pro Dattilo si terranno i laboratori del gusto, a cura dell’Istituto Alberghiero di Erice. I temi che faranno da filo conduttore sono: “L’olio extravergine d’oliva in pasticceria e in gelateria”, “Non solo dolce: la ricotta nella cucina delle feste in Sicilia da Capodanno a Natale”, “Oltre il cannolo: la ricotta nella pasticceria storica siciliana”, “29 sfumature di Marsala – colori ed età di un grande vino da riscoprire”. Per partecipare gratuitamente sarà necessario inviare una email con i propri dati a info@dattilocannolofest.it.

AUTORE.