castelvetranoselinunte-blogNel mese di gennaio del 2013 il Sindaco Errante ha emesso una direttiva sull’uso della rete Internet e dei relativi servizi negli uffici del Comune di Castelvetrano. Nella stessa, si legge che “L’Amministrazione si riserva di applicare delle restrizioni (“Black list”) alla navigazione sui siti internet ritenuti non opportuni per lo svolgimento delle proprie attività lavorative”.

Il fatto che l’amministrazione comunale bandisse nelle ore lavorative la connessione ad alcuni siti internet non attinenti lo svolgimento delle attività lavorative, non poteva che essere accettato come segno indiscusso di una giusta politica per far si che chi lavora all’interno della struttura del comune non avesse in alcun modo distrazione dal proprio lavoro.

E’ pur vero però, che nonostante l’ordinanza avesse bandito diversi siti internet come lo stesso blog www.castelvetranoselinunte.it, molti altri, della stessa tipologia non sono stati oscurati, creando di fatto una situazione di “svantaggio” nei confronti di altri siti internet concorrenti.

Era il 2013 ed il Sindaco, contattato telefonicamente, ci faceva sapere che in tempi brevi sarebbero stato inseriti nella black list tutti gli altri blog e siti d’informazioni considerati una potenziale “distrazione” per i dipendenti pubblici.

Oggi, dopo quasi 3 anni, nulla è cambiato. Il blog www.CastelvetranoSelinunte.it è ancora bloccato nella gran parte dei terminali del Comune di Castelvetrano mentre è ancora consentita la navigazione su altri blog e testate del territorio trapanese. Diverse sono state le segnalazioni che abbiamo ricevuto dai dipendenti comunali ai quali viene negata la possibilità di utilizzare questo valido strumento, considerato di fatto, un “archivio storico” di facile consultazione per tutte le attività e notizie del nostro paese negli ultimi 8 anni.

Nonostante tutto, questo blog, che ricordiamo essere stato messo online da Flavio Leone nel 2007,  risulta ancora oggi, secondo i dati Alexa, il più visitato tra i siti d’informazione attivi nel Belice.