ASCOLTA L'ARTICOLO

Nella suggestiva cornice dell’Acropoli di Selinunte, nell’ambito delle manifestazioni organizzate dalla Direzione del Parco Archeologico, mercoledì 17 agosto, alle ore 20, nel cuore della themenos del tempio A, andrà in scena lo spettacolo CANDOR LUCIS scritto e diretto da Giacomo Bonagiuso, e orchestrato dalla “V. Bellini” di Salemi e Gibellina, sotto la direzione musicale del M. Rosario Rosa.

Lo spettacolo racconta la parabola dei tre regni della Divina Commedia, di Dante Alighieri, attraverso un connubio straordinario tra la musica, la parola e la luce. Il viaggio si snoda a partire dal tramonto, che sull’Acropoli ha colori strazianti, dalle porte dell’Inferno, per chiudersi nella aura celestiale dello sguardo divino, nel Paradiso.

A interpretare i versi della Commedia sarà Giacomo Bonagiuso, accompagnato dalla voce di Martina Calandra. Ma la specifica di Candor Lucis è il racconto musicale, la partitura sonora che supplisce ed integra la natura emozionale del viaggio dantesco, facendone vivere allou spettatore la componente più intima e segreta. La musica si affianca al volgare dantesco per portare Dio nel racconto umano.

Lo spettacolo ha un biglietto di 8 euro che comprendono l’accesso al Parco Archeologico di sera, e la visita all’Acropoli.

AUTORE.