“Il Sindacato ha un ruolo di fondamentale importanza nella gestione dinamica del cambiamento che sta modificando radicalmente il mondo del credito”. Questo il monito di Emilio Contrasto, Segretario Generale Unisin, nel suo intervento all’incontro siciliano che ha inaugurato i lavori lo scorso 20 luglio, nella splendida cornice di Selinunte. Supporto ai territori del sud e rivendicazione dell’autonomia che contraddistingue Unisin anche da parte di Gabriele Slavazza, Vice Segretario Nazionale, a cui si sono aggiunte le parole di sostegno di Franco Morale, Capo delegazione del Gruppo Isp, che ha rappresentato l’impegno quotidiano della sigla per garantire la tutela dei lavoratori, nel corso delle numerose trattative con l’azienda. Sinergia tra azione e pensiero, connubio fondamentale per realizzare al meglio il mandato che il sindacato riceve in un contesto sociale sempre più decadente dove i diritti, se non agiti, vengono dispersi, è stato il tema presentato da Paolo Rizzo, componente del direttivo UNISIN e Coordinatore RSA

I lavori, svolti alla presenza e sotto il patrocinio del Coordinatore Luca Pugliese, sono stati aperti da Nicola Bonino, Consigliere nazionale Unisin, che ha ripercorso l’impegno civile e sociale della sigla nel territorio siciliano, a cui è seguito l’intervento del Sindaco di Castelvetrano, Vincenzo Alfano (ex bancario ed ex dirigente sindacale), che si è soffermato sull’importanza svolta dal ruolo del sindacato nella difesa dei territori e del lavoro, soprattutto in un momento come questo, in cui i grandi gruppi bancari stanno procedendo alla chiusura di numerose agenzie, in particolar modo nei piccoli centri.